TEATRO

“LA REALTA’ IN GIOCO”

a cura di Migle Mececkaite

***

GARR - Corso Rosselli 214C - Torino

VENERDì dalle 14 alle 15

Il teatro accompagna l’essere umano fin dagli inizi, assolvendo un’importante funzione di specchio per la comunità e soddisfacendo il bisogno imprescindibile dell’uomo di esprimersi in modo creativo.

La pratica teatrale può quindi fare molto, aiutando la persona ad integrare salute fisica, mentale ed emotiva e può essere molto utile per sviluppare qualità di presenza ed empatia.

 

METODOLOGIA

  • Esercizi di improvvisazione, giochi di gruppo, scrittura automatica e tecniche di rilassamento.
  • Esplorazione di diverse modalità di camminare e di muoversi nello spazio.
  • Esercizi di respirazione e di bioenergetica.
  • Creazione di memorie sensoriali nel corpo.
  • Acquisizione di nuove possibilità di espressione di sé, attraverso la pratica cosciente del movimento.
  • Lavoro di ascolto sugli impulsi provenienti sia dal proprio interno, sia dallo spazio.
  • Esplorazione del linguaggio verbale e non verbale.
  • Scioglimento delle tensioni fisiche ed emotive.

 

STRUMENTI

Palline da giocoleria, cannucce di carta

 

TEMPI

Il progetto prevede 1 incontro settimanale della durata di un' ora. 

 

DESTINATARI

Piccoli gruppi di lavoro da 6-8 partecipanti con la presenza di un operatore per ogni incontro.

 

OBIETTIVI

+ Agevolare la relazione tra individui all’interno di un gruppo in un clima di fiducia reciproca

+ stimolare l’ascolto mediante esercizi teatrali individuali e collettivi

+ promuovere il gioco ed il benessere psicofisico mediante semplici improvvisazioni fisiche e/o verbali

+ aumentare la consapevolezza del proprio corpo attraverso esercizi di bioenergetica

+ stimolare la percezione mediante esercizi di respirazione consapevole

+ dare la possibilità ai partecipanti di esprimersi in modo creativo attraverso nuovi strumenti

+  dare spazio e importanza alle abilità di ognuno e incrementare l’autostima dei partecipanti

Restituzione finale a partire da testi autobiografici, derivanti da esercizi di scrittura automatica.

La restituzione potrà includere altre attività presenti nella struttura (esempio: sartoria per realizzazione costumi o altre attività per elementi di scenografia e/o oggetti di scena).

 

“Non nasce teatro laddove la vita è piena, dove si è soddisfatti.

Il teatro nasce dove ci sono delle ferite, dove ci sono dei vuoti.

E’ lì che qualcuno ha bisogno di stare ad ascoltare qualcosa che qualcunaltro

ha da direa lui”.

(JacquesCopeau)